Ritorno al Lacor, scatti dal St. Mary's Lacor di Gulu

Al Circolo S.Pietro si è aperta una finestra sull'Africa. L'occasione è stata la presentazione, svoltasi il 7 giugno scorso, di una raccolta fotografica tratta dal libro di Mauro Fermariello Ritorno al Lacor. Appunti di viaggio in un grande ospedale africano. Fermariello è stato in Uganda, per la seconda volta dopo dieci anni, per documentare il prezioso lavoro svolto dall'ospedale St. Mary's Lacor di Gulu. Una realtà che negli anni '60 contava una manciata di letti e oggi, a distanza di oltre cinquant'anni, accoglie quasi trecentomila pazienti ogni anno, dà lavoro a seicento dipendenti ugandesi, ospita una scuola di formazione per infermiere, ostetriche e per altre figure sanitarie. Si tratta della realizzazione di un sogno, fortemente voluto e vissuto con passione e caparbietà dai coniugi Corti e oggi portato avanti dalla loro figlia Dominique Corti, presidente dell'omonima Fondazione.
Il libro fotografico nasce da un'intuizione dell’autore. Il seguitissimo blog che Fermariello ha tenuto mentre era in Africa per il reportage al Lacor presta la voce agli scatti fotografici, accompagnati così da alcuni post che diventano coinvolgenti didascalie.
Durante la serata, Mauro ha mostrato alcuni momenti del suo viaggio accompagnandoli con il racconto del backstage.
Ad accogliere gli ospiti nella maestosa Sala dei Papi e a introdurre la serata il Presidente del Circolo Leopoldo Torlonia. Tra i relatori erano presenti Piero Badaloni, giornalista e scrittore, in più occasioni vicino alla Fondazione Corti; Donato Greco, epidemiologo già a lungo attivo all'Istituto Superiore di Sanità, legato da profonda amicizia con Piero Corti e consigliere della Fondazione. Presente anche il segretario generale della Fondazione, Laura Suardi, che ha attualizzato la situazione dell’ospedale, e Giovanna Pongiglione, volontaria e punto di riferimento su Roma per la Fondazione.

Accesso Utenti