Case Famiglia

Nella Casa intitolata a S. Giovanni Paolo II sono accolti i genitori dei bambini ricoverati presso l’Ospedale Pediatrico del Bambino Gesù. È stata costituita nel 1919 e solennemente inaugurata il 25 gennaio 1920 dall’Eminentissimo Cardinale Filippo Giustini

Già a partire da allora il motto “Carità e gentilezza si danno molto spesso la mano” ha ispirato e connotato in tanti anni le varie attività, allora come oggi, poste in essere dalla Commissione per le Case Famiglia: la carità che accoglie i genitori dei bambini ricoverati presso l’Ospedale Pediatrico “ Bambino Gesù ” si unisce strettamente alla gentilezza ed entrambe diventano quella carezza che Papa Francesco si è raccomandato di dare a Suo nome ai nostri fratelli.

Alla Casa Famiglia si accede esclusivamente attraverso il “Negozietto“, struttura posta all’interno dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

La struttura ha 15 stanze, arredate semplicemente, tutte con bagno, per un totale di 25 posti letto. Vi è la possibilità di utilizzare una cucina per preparare autonomamente i pasti. Nella Casa c’è anche una piccola Cappella.

La Casa Famiglia Giovanni Paolo II è sita tra il Tevere e le pendici del Gianicolo, accanto a Piazza Santa Maria in Trastevere, nel cuore della vecchia Roma.

***

Dopo un trentennio di feconda attività, agli inizi degli anni Sessanta fu chiusa la Casa famiglia “Principessa di Piemonte “, sita in via in Selci.

Il Santo Padre Paolo VI, amorevolmente attento alle Opere di carità del Circolo, volle benevolmente concedere l’edificio di Via S. Giovanni in Laterano 79, situato a metà strada tra la Basilica di S. Giovanni in Laterano ed il Colosseo, affinché fosse possibile continuare l’opera della precedente Casa “sicuro asilo alle fanciulle ed alle giovani lontane dalle famiglie per motivi di lavoro o di studio, lasciate sole e senza guida in una grande città quale Roma”.

Successivamente ai lavori di modifica e ristrutturazione, la Casa famiglia venne inaugurata e benedetta il 28 gennaio 1967 da Sua Eminenza Rev.ma il Card. Luigi Traglia, Vicario Generale di Sua Santità per Roma. In quella occasione, nella bella Cappella della Casa, fu benedetta anche la statua della Madonna miracolosa, detta “Madonnina del 16” per le grazie che si moltiplicano dal 16 ottobre 1949, quando fu posta nella precedente Casa di via in Selci.

Negli anni sono state molte le ragazze ospitate, per motivi di studio o di lavoro, che hanno sempre trovato nella Casa, ora intitolata al “Beato Paolo VI”, un ambiente sano, decoroso, affettuoso, prodigo di insegnamenti, di fatto una vera famiglia, grazie anche all’assistenza ed all’accoglienza delle Suore d’Ivrea prima e delle Maestre Pie Venerini dopo.

Attualmente sono in corso importanti lavori di rinnovamento e riconversione, in collaborazione con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, per permettere quanto prima di poter ospitare, provenienti da ogni parte del mondo, i familiari dei bambini lì ricoverati.

Nonostante i lavori, il culto della “Madonnina del 16” continua con la celebrazione, il 16 di ogni mese, della Santa Messa.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Commissione Case Famiglia: Via della Lungaretta, 91/B – Tel. 06.5896.427; Via S.Giovanni in Laterano, 79 – Tel. 06.7045.0454.

Il 24 maggio all'Ambra Jovinelli per la Casa famiglia

Il 24 maggio, la compagnia "L'importante è provarci" si esibirà presso il teatro Ambra Jovinelli nello spettacolo "Rumors", farsa scritta tra il 1987 e il 1988 dal drammaturgo statunitense Neil Simon, che allude già dal titolo (traducibile come "Pettegolezzi") all'ambiguità del mondo della borghesia.
Si tratta di una serata veramente speciale per il Circolo S. Pietro perché il suo ricavato sarà interamente devoluto alla realizzazione dell'ambizioso progetto di ristrutturazione della nostra Casa famiglia "S.Giovanni Paolo II" in cui sono accolti i genitori dei bambini ricoverati presso l'"Ospedale Pediatrico Bambino Gesù".
Il nostro obiettivo, iscritto nel solco delle iniziative previste per il Centocinquantesimo anno di attività del Circolo, è quello di rendere la Casa famiglia ancora più accogliente per i nostri ospiti. Nello specifico, il progetto prevede l'ammodernamento delle camere e dei bagni, con il rifacimento degli impianti, compresa la ristrutturazione della zona cucina del piano terra.

Clicca qui per vedere la locandina

 

Allegati:
Scarica questo file (locandina_Layout.pdf)Rumors_locandina[ ]322 kB

“Lavori in corso” alla Casa famiglia

Dopo un inverno poco clemente, che non ha permesso di provvedere alla pitturazione di tutte le stanze e delle parti comuni della Casa famiglia "S.Giovanni Paolo II", nel week-end del 21 e 22 aprile, approfittando del tempo quasi estivo e della disponibilità dei componenti della Commissione coadiuvati da giovani "aiuto pittore", si è riusciti a portare a termine quanto programmato l'anno scorso, quando si era già provveduto con successo alla pitturazione di una parte della Casa famiglia. Durante tutto il week-end si sono succeduti nell'opera di pitturazione i componenti della Commissione coadiuvati da figli ed amici, i giovani della Commissione di Don Lorenzo, parenti ed amici di soci del Circolo che, tutti insieme, si sono rimboccati le maniche, lavorando per la Casa famiglia. È stata particolarmente apprezzata la disponibilità e la buona volontà dei partecipanti, con particolare riferimento ai piccoli ed ai piccolissimi, che, pur nei loro limiti, si sono prestati gioiosamente, permettendo di concludere i lavori in tempi brevi. Le Signore della Commissione, coordinate da Isabella Sansoni, hanno fornito durante le pause un appetitoso pasto che ha saputo rimettere in forze grandi e piccini. Nel cortile interno si è anche provveduto a ripristinare i tendoni di copertura in sostituzione di quelli danneggiati dalla neve di quest' inverno e non più utilizzabili. Domenica pomeriggio, infine, Don Lorenzo ha celebrato la Santa Messa permettendo a tutti i presenti di terminare la giornata con un momento di spiritualità e di raccoglimento.

L’appuntamento del 16 alla Casa famiglia

Il 16 aprile, alle ore 19, presso la Casa Famiglia "Paolo VI" di Via S.Giovanni in Laterano è stata celebrata la tradizionale Santa Messa in onore della "Madonnina del 16" che sempre accoglie le invocazioni di coloro che, con fede, a Lei si rivolgono. La Santa Messa, come sempre, è stata officiata da Padre Ciro Stanzione, Penitenziere Pontificio presso la Basilica Papale di S.Giovanni in Laterano, all'interno della Cappella provvisoria allestita al pian terreno della Casa. Alla funzione, oltre al Responsabile ed al Segretario della Commissione, era presente la Responsabile della Commissione Culto, con un nutrito gruppo di amici della Commissione stessa ed un sempre più crescente numero di soci di altre Commissioni, con familiari ed amici, che hanno animato la celebrazione ed hanno potuto apprezzare e ponderare le profonde meditazioni di Padre Ciro sempre in grado di far riflettere i fedeli.

Il colore della Speranza

Nei giorni scorsi, i volontari della Casa famiglia "S.Giovanni Paolo II" si sono incontrati presso la struttura per un appuntamento speciale. Tutti insieme, armati di pennelli, tinte, rulli, carta vetrata, nastro adesivo e teli di plastica, hanno lavorato per offrire una nuova veste agli ambienti, dando nuova vita a muri e porte. Il nuovo colore, riapparendo pian piano nelle varie zone della Casa, ha portato con sé una ventata di serenità e speranza, nell'auspicio che non abbandoni mai quanti ogni giorno difendono il bene della vita. È stato un momento di grande condivisione e vicinanza, che ha portato grandi e piccoli a mettere a disposizione il “proprio” talento al servizio del bene comune. A tutti loro va il ringraziamento del Circolo.

Accesso Utenti